Ambiente

Inchiesta pugliese su acqua potabile: irregolarità anche nel Pertusillo

Sono interessate anche due dighe lucane nell’inchiesta pugliese che ha svelato come una ditta avrebbe fornito sostanze disinfettanti per la potabilizzazione dell’acqua con un contenuto di cloro al di sotto della soglia prevista dalla norma a tutti gli impianti gestiti da Acquedotto Pugliese a valle dei bacini artificiali di Puglia e Basilicata. La societa’ Chimica D’Agostino Spa avrebbe fornito sostanze disinfettanti per la potabilizzazione dell’acqua con un contenuto di cloro al di sotto della soglia prevista dalla norma a tutti gli impianti gestiti da Acquedotto Pugliese a valle dei bacini artificiali di Puglia e Basilicata, dalla diga di Occhitto a quella di Monte Cotugno e ai due impianti di clorazione di Caposele e Columella-Conza Campania. Dagli impianti di potabilizzazione l’Aqp, societa’ per azioni integralmente partecipata dalla Regione Puglia, prende circa il 50% dell’acqua per uso potabile che poi distribuisce ad una popolazione di 4,5 milioni di utenze in Puglia e in alcuni Comuni di Basilicata e Campania. Gli impianti in questione sono: Fortore, Locone, Pertusillo e Sinni. Le indagini della Gdf, coordinate dai pm Claudio Pinto e Luciana Silvestris, hanno accertato nove presunte gare truccate, tre delle quali, risalenti al 2012, configurerebbero reati ormai prescritti. L’inchiesta ha portato all’arresto ai domiciliari di Donato D’Agostino (amministratore unico e rappresentante legale della societa’) e Francesco Loliva (responsabile del laboratorio interno della societa’), e alla richiesta di interdizione per i quattro funzionari di Aqp Nicola Troccoli, Vincenzo Introna, Maurizio Cianci e Marco Scannicchio. L’indagine e’ stata ribattezzata ‘Labarraque’ dal nome del creatore della ‘Eau de Labarraque’, soluzione chimica a base di ipoclorito di sodio utilizzata prevalentemente come disinfettante e, in particolare, ai nostri giorni, per la potabilizzazione delle acque.

Show More

Ti potrebbe interessare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi