Cronaca

Arresti per droga a Potenza e in provincia

Sei  persone sono state  arrestate, e attualmente si trovano ai domiciliari, con l’accusa di  spaccio di sostanze stupefacenti, nell’ambito dell’operazione condotta dalla  Procura di Potenza.  Si tratta di Gaetano  Romanato, di 24 anni, di Salerno; Massimiliano Rosa (34), Vito  Corbo (35), Fabio Lettieri (40), Sergio Spera (51) e Giuseppe  Calabrese (39), tutti di Potenza.  I provvedimenti sono stati eseguiti dai Carabinieri della Compagnia del capoluogo di regione tra le province di Potenza, Bologna e Vicenza. Dalle indagini è emerso che Vincenzo Romanato, residente a Salerno e domiciliato in Veneto, avrebbe fornito droga ai potentini Massimiliano Rosa, Fabio Lettieri, Vito Corbo, Sergio Spera e Giuseppe Calabrese nel corso di incontri in Campania. Gli spacciatori lucani, a loro volta, avrebbero venduto le dosi a giovani di Potenza, Avigliano, Ruoti, Tito e Picerno ad un prezzo che oscillava tra i 20 e i 50 euro. Il nome dell’operazione “Restaurant” deriva dai nomi criptici che gli spacciatori usavano per parlare tra loro. La cocaina diventava “pesce” o “bionda ragazza”, l’eroina “carne” o “mora bruna”, “ci dobbiamo prendere il caffè dopo mangiato” per fissare un appuntamento finalizzato allo smercio della sostanza.

 

Show More

Ti potrebbe interessare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi