Cronaca

Costringeva la compagna incinta a prostituirsi: arrestato 21enne di Melfi

Aveva costretto la compagna, anche quando “era in avanzato stato di gravidanza”, a prostituirsi: un giovane, Luca Scalta, di 21 anni, di Melfi e’ stato arrestato dai Carabinieri al termine di indagini svolte nel Vulture-Melfese e coordinate dalla Procura della Repubblica di Potenza. I militari dell’Arma hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del capoluogo lucano. Il 21enne e’ accusato di sfruttamento della prostituzione, atti persecutori e violenza privata. Durante le indagini i Carabinieri hanno accertato che Scalta ha anche minacciato e “pressato, con insistenti telefonate e messaggi” uno dei clienti abituali della sua compagna, che, quando si era accorto che fosse incinta, si era rifiutato di avere nuovi incontri a pagamento. Minacce simili – secondo l’accusa – hanno riguardato anche altri clienti, con i quali il giovane concordava “luogo, modalita’ e costo delle prestazioni sessuali” della compagna, “incassando e gestendo i relativi proventi”.

Show More

Ti potrebbe interessare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi