Cronaca

Da 20 anni aveva un tubo nello stomaco, rimosso in ospedale a Potenza

Una donna di 62 aveva da 20 anni una sonda nello stomaco, forse parte di una Peg (gastrostomia endoscopica percutanea), applicazione endoscopica di una sonda, che collega lo stomaco all’esterno, attraverso la quale si
somministra il cibo, e posizionata per un pregresso problema
neurologico: il tubo, largo circa 2,5 centimetri e lungo circa 6, e’ stato rimosso nel corso di un intervento effettuato nell’ospedale San Carlo di Potenza. La donna era giunta nel pronto soccorso del San Carlo con un pezzo di cute distaccato intorno all’ombelico: una gastroscopia d’urgenza ha permesso di rilevare un tubo che faceva parte di una Peg posizionata durante un intervento di 20 anni prima. I medici non hanno potuto rimuoverlo per via orale (la paziente aveva avuto una tracheostomia con restringimento della parte alta della faringe) e pertanto il direttore della struttura complessa interaziendale di Gastroenterologia ed endoscopia digestiva, Angelo Sigillito, e il chirurgo Giuseppe Tramutola, hanno deciso di effettuare una doppia procedura endoscopico-chirurgia. La donna dopo 48 ore si e’ alimentata senza complicanze legate alla procedura. Il direttore generale del San Carlo, Massimo Barresi, in una nota, ha espresso le “congratulazioni a Sigillito e Tramutola per l’esito di una procedura particolarmente complessa e riuscita grazie a una perfetta sinergia”.

Show More

Ti potrebbe interessare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi