Cronaca

Il Governo risponde alla deputata Galgano su due decessi avvenuti all’ospedale di Potenza

Sui due casi nei mesi scorsi la Procura di Potenza ha aperto un'inchiesta

E’ approdata in Parlamento la vicenda della morte di Angelina Croce, una donna di 70 anni di Picerno,  e del professionista potentino Antonio Tesoro, avvenute nel reparto di rianimazione dell’ospedale “San Carlo” di Potenza. L’iniziativa è della deputata di “Civici e Innovatori”, Adriana Galgano, che dopo aver  presentato una interrogazione in Aula sull’inchiesta aperta dalla procura di Potenza per appurare le reali cause dei due decessi, ha ricevuto oggi la risposta del Sottosegretario alla Salute, Davide Faraone. “Mi dichiaro soddisfatta dalla risposta del  Sottosegretario da cui si evince la collaborazione fattiva che si è instaurata tra l’ospedale di Potenza e la magistratura per chiarire le cause dei due decessi avvenuti nel reparto di rianimazione. Chiarezza che dobbiamo sia alle famiglie dei pazienti – ha sottolineato la deputata – che hanno perso la vita sia a tutti i cittadini, che si rivolgono all’ospedale di Potenza, che hanno il diritto di sapere che saranno curati bene e con la massima attenzione”.  “Anche nell’interesse dell’ospedale di Potenza, che  recentemente, è assunto agli onori della cronaca per il trattamento con successo di un doppio aneurisma, riportato dalle riviste specializzate anche a livello internazionale,  chiediamo al governo di attivarsi  perché  quanto accaduto sia chiarito rapidamente – ha concluso – Noi di Civici e Innovatori continueremo a seguire la vicenda fino alla  conclusione certa del caso”.

Show More

Ti potrebbe interessare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi