Cronaca

“Lady fisco” condannata a un anno e sei mesi per gli accessi abusivi alla banca dati delle Entrate

Il tribunale di Potenza ha condannato l’ex funzionaria dell’Agenzia delle Entrate di Potenza, Lucia Muscaridola, ad un anno e sei mesi (pena sospesa) con l’accusa di accesso abusivo alla banca dati dell’ente di riscossione. Tutte le altre accuse conte state inizialmente all’imputata, corruzione e millantato credito, sono invece cadute in prescrizione. Il processo di primo grado si è chiuso ieri con i giudici del tribunale di Potenza che hanno in parte accolto la richiesta del pubblico ministero Antonio Natale che, al termine della sua requisitoria, aveva invocato una condanna a due anni per Lucia Muscaridola. La funzionaria nel 2011 era finita per alcune settimane agli arresti domiciliari nell’ambito dell’operazione ”Do ut Des” con l’accusa di aver fornito consulenze illecite e protetto imprenditori e commercialisti del capoluogo nelle pratiche di accertamento fiscale nei loro confronti, ricevendo in cambio, regali, pacchetti vacanza ed appartamenti a prezzi stracciati.

Show More

Ti potrebbe interessare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi