Cronaca

Superato peso massimo, sequestrate due eliambulanze in Basilicata

Almeno quattro missioni di elisoccorso”, da luglio a ottobre 2017, sono state effettuate “mediante l’impiego di elicotteri equipaggiati con peso massimo al decollo superiore alla soglia consentita”. E’ la motivazione alla base del provvedimento d’urgenza, disposto dalla Procura della Repubblica di Potenza ed eseguito dalla Guardia di Finanza, per il sequestro preventivo di due elicotteri della ditta Babcoock, utilizzati dal Dipartimento interaziendale regionale emergenza sanitaria (Dires) della Regione Basilicata e in dotazione alle piste di elisoccorso di Potenza e Matera. Il reato ipotizzato e’ di attentato alla sicurezza dei trasporti aerei. La continuita’ del servizio viene garantita attraverso la dotazione di un mezzo sostitutivo”. Alle indagini hanno collaborato anche la sezione aerea della Guardia di Finanza di Napoli e personale dell’Enac. Nel frattempo l’Azienda Sanitaria di Potenza comunica che è stata immediatamente predisposta la sostituzione di uno dei due mezzi di elisoccorso, quello relativo alla pista di Potenza, e che in tempi rapidi sarà effettuata la sostituzione anche per quella di Matera, al fine di garantire una copertura massima ed ottimale del servizio di soccorso sanitario per i cittadini.

Per la Regione Basilicata, da ditta danno immagine

La Regione “seguira’ da vicino l’evolversi della situazione, chiamando alle proprie responsabilita’ la ditta esterna, fornitrice del servizio, per il danno di immagine provocato alla Sanita’ della Basilicata”. Lo ha detto la vicepresidente vicepresidente e assessore alla Sanita’ della Regione Basilicata, Flavia Franconi, al termine di una riunione sul sequestro delle due eliambulanze. Nel prendere “atto della decisione nel frattempo adottata dal Commissario facente funzioni dell’Asp, Massimo De Fino, che ha predisposto la sostituzione di uno dei due mezzi di soccorso utilizzato presso la pista di Potenza”, la vicepresidente “ha sollecitato identico intervento, da porre in essere nelle prossime ore, anche per il mezzo utilizzato presso la pista di Matera, in modo da garantire la massima ed ottimale copertura del servizio di elisoccorso per i cittadini”.

Show More

Ti potrebbe interessare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi