Economia

Agroalimentare, per Coldiretti è necessario moltiplicare i contratti di filiera

Sono diventati la base imprescindibile per lo sviluppo dell’intero comparto alimentare lucano i contratti di filiera sviluppati nell’ambito della programmazione del Psr 2007-2013. Ad evidenziarlo sono stati il presidente e il direttore regionale della Basilicata della Coldiretti, Antonio Pessolani e Aldo Mattia che stamane hanno incontrato i giornalisti nel corso di una conferenza stampa a Potenza. “ Pur a fronte di una qualità medio-alta dei prodotti (cereali, carni, ortofrutta, latte e formaggi, vino)- hanno spiegato i vertici di Coldiretti- l’estrema frammentazione sia della produzione primaria sia delle aziende di trasformazione e la pressochè totale assenza di realtà operanti nel segmento della distribuzione e della commercializzazione dei prodotti, determina una stagnazione del comparto, riducendone sensibilmente la possibilità di crescita e la dimensione economica. Alla luce di ciò e nel mentre si continua a lavorare nella creazione di nuove filiere agroalimentari regionali, è il caso della filiera lattiero-casearia e delle erbe officinali, e nel consolidamento di quelle già costituite (cereali, carne e ortofrutta) la Coldiretti di Basilicata, preso atto delle potenzialità produttive e imprenditoriali diffuse sul territorio in diversi ambiti del comparto agroalimentare lucano, ritiene fondamentale dar vita ad un progetto volto a comunicare l’identità e il valore delle diverse produzioni, al fine di espandere e qualificare il mercato di riferimento”. A questo proposito, la Coldiretti ha nominato Marco Saraceno “coordinatore regionale dei contratti di filiera proposti”.

Show More

Ti potrebbe interessare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi