Eventi

200 studenti americani in Lucania tra “scapecia”, “crispe” e balli folkloristici

Duecento giovani studenti provenienti dall’Università Gonzaga,  ateneo  privato e cattolico retto dai gesuiti,  situato nello Stato di Washington, negli Stati Uniti d’America, saranno i protagonisti lunedì pomeriggio di un’interessante  esperienza a contatto con la natura, a Nova Siri, all’interno dell’Eco resort dei Siriti.  I ragazzi trascorreranno alcuni momenti nell’orto della struttura dove  parteciperanno attivamente alla raccolta delle melanzane. Successivamente,  il percorso proseguirà verso la Cantina dei Siriti dove saranno collocate alcune  postazioni che permetteranno agli ospiti di poter sperimentare in prima persona quella che è la preparazione dei piatti tipici della terra  lucana. Ci sarà un casaro,  pronto ad impastare succulenti  mozzarelle; un fornaio, che  delizierà gli studenti con le sue gustose “crispe”; una contadina  con la quale gli ospiti potranno preparare le famose “melanzane alla scapecia”, un bruschettaio alle prese tra brace e pinzimonio ed infine “Za Marì” che con le mani, tra farina e acqua, mescolerà i semplici ingredienti di una volta realizzando, insieme agli ospiti, i rinomati “frizzuli”  La serata, al termine delle attività, proseguirà tra musica e balli folkloristici. Il tutto sarà accompagnato dalla preparazione di panini con salsiccia arrostita e dall’assaggio della pasta precedentemente preparata dagli studenti. “Si tratta di un’iniziativa organizzata per far conoscere il nostro territorio e la nostra enogastronomia – spiega Antonella Latronico  dell’Eco resort dei Siriti – che dimostra come si possa fare turismo destagionalizzato. Chiuderemo la stagione  turistica con la festa della vendemmia il prossimo 21 settembre, con la presenza di turisti  provenienti da diverse zone d’Italia, giunti fin qui per un viaggio che sia perfetto connubio tra cultura e tradizione a due passi da Matera, capitale europea della cultura, immersi in un ambiente campestre che ispira venti alla riscoperta delle tradizioni autoctone”.  L’iniziativa  di lunedì  rientra nell’ambito di un “ponte” con  Matera  coordinato e guidato dalla direttrice della struttura turistica novasirese, Giada Maria Pinto.

Show More

Ti potrebbe interessare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi