Eventi

Il “volo” della Notte europea dei ricercatori da Leonardo alla Luna

Il Campus universitario di Matera ospitera’, venerdi’ 27 settembre, dalle ore 16, la “Notte Europea dei Ricercatori 2019”: la manifestazione, che si svolgera’ in contemporanea in tutte le nazioni europee, per la Basilicata ha
come tema il “volo” per celebrare i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, e il 50/o anniversario della conquista della Luna. Il programma della manifestazione e’ stato illustrato stamani, nel capoluogo lucano, dal Rettore dell’Universita’ della Basilicata, Aurelia Sole, dal Presidente dell’Area della Ricerca del Cnr di Potenza, Vincenzo Lapenna, e dal Prorettore al Public Engagement dell’Unibas , Nicola Cavallo. Nell’aula magna, alle ore 16, sono previsti una serie di interventi che condurranno il pubblico in un “viaggio” nella vita di Leonardo, e verso la Luna con l’avventura dell’Apollo 11, di Rocco Petrone e delle rocce lunari. Seguira’ la consegna, a due giovani laureati, del premio intitolato al docente Unibas, Marco Mucciarelli, morto tre anni fa. Nel corso della serata, accanto a seminari e dibattiti, e’
prevista la proiezione del documentario “Luna Italiana” di Renato Cantore e Marco Spagnoli, e con un intervento che mostrera’ come si misura la distanza tra la Terra e la Luna. Gli spettatori potranno poi assistere in prima nazionale alla rappresentazione del “Cenacolo” di Leonardo da Vinci a cura del “Gruppo dei Quadri Plastici di Avigliano”. “Questa manifestazione – ha detto Sole – e’ particolarmente importante per noi. Tra le missioni dell’universita’, oltre alla ricerca e all’attivita’ didattica, c’e’ anche quella della disseminazione culturale e della divulgazione scientifica. Entrambe sono essenziali per raggiungere i cittadini, informarli delle attivita’ e dei risultati, mostrargli il lavoro del ricercatore, le metodologie impiegate, le difficolta’ incontrate”. Per Lapenna “la scelta di organizzare la manifestazione a Matera assume quest’anno una rilevanza particolare e vuole contribuire a rafforzare la consapevolezza del ruolo strategico degli investimenti in cultura e ricerca come fattore di sviluppo economico e sociale per i territori”.

Show More

Ti potrebbe interessare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi