Politica

Incontro Emiliano-Pittella su Zes e Ente irrigazione

Il colloquio tra i due governatori è avvenuto a Bari, alla Regione Puglia

Le Zone economiche speciali  e l’Ente irrigazione di Puglia, Lucania e Irpinia (Eipli) sono state al centro dell’incontro tra il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e il presidente della Regione
Basilicata, Marcello Pittella, presso la presidenza della Regione Puglia. Per cio’ che concerne le ZES   Emiliano e Pittella hanno concordato sull’opportunita’ di definire un percorso congiunto che porti all’individuazione di aree sinergiche nel territorio delle due regioni, utili a massimizzare l’effetto della ZES. In questa ottica entrambi i Presidenti hanno dato mandato ai gruppi tecnici costituiti presso le due regioni perche’ studino il livello di complementarieta’ tra la proposta oggetto della delibera della Giunta Regionale Lucana, ovvero per l’area di Ferrandina e la sua piastra logistica, e Taranto. L’obiettivo e’ di essere pronti, non appena i decreti attuativi saranno pubblicati, a sottoporre al Governo una proposta congiunta. Sull’Eipli, Pittella ed Emiliano hanno concordato sulla necessita’ di sollecitare la convocazione di un tavolo presso il Ministero per la coesione territoriale, per porre fine alla complessa vicenda della liquidazione dell’Ente stesso. Si ripartira’  dalla proposta gia’ discussa nel corso dell’ultima riunione convocata dal Ministro De Vincenti lo scorso luglio, ovvero di una norma di legge che fissi tempi e modalita’ per il superamento della gestione liquidatoria dell’Eipli. “Sono molto soddisfatto per l’esito della riunione di oggi – ha dichiarato il presidente Pittella – entrambi i temi discussi
vedono le nostre due Regioni legate a progetti di ampio respiro, capaci di incidere profondamente nel rispettivo quadro socio/economico”. Il presidente Emiliano ha sottolineato la strategicita’ e l’ineluttabilita’ della sinergia fra Basilicata e Puglia. “Le nostre regioni – ha dichiarato – sono legate da un filo comune che ci obbliga a rafforzare sempre di piu’ la cooperazione in ogni settore. L’acqua, in particolare, ci ha legato e ci leghera’ in futuro sempre di piu’. Siamo pronti a dare vita ad un progetto industriale di respiro europeo, che potra’ essere un modello per tutto il Mezzogiorno d’Italia”.
Show More

Ti potrebbe interessare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi