Economia

Basilicata: Agenzia riscossione, zero cartelle a Ferragosto

Nel periodo di Ferragosto, Agenzia delle entrate-Riscossione sospenderà l’invio degli atti destinati a migliaia di contribuenti della Basilicata, per ridurre al minimo i disagi in un periodo particolare dell’anno.  Dal 7 al 20 agosto l’Agenzia, guidata dal presidente Ernesto Maria Ruffini, ha disposto, d’intesa con gli operatori postali, il blocco della notifica di 4.623 atti che sarebbero altrimenti arrivati per posta, a cui aggiungere gli 816 previsti con posta elettronica certificata (pec), per un totale, in Basilicata, di circa 5.400 cartelle e avvisi che invece saranno “congelati”.  La notifica riprenderà dopo il periodo di sospensione che, ovviamente, non sarà e non potrà essere un blocco totale perché alcuni atti inderogabili (circa 160) dovranno essere, comunque, inviati. Ma veniamo al dettaglio dei numeri. A Potenza e provincia saranno sospesi complessivamente 3.006 cartelle e avvisi, a Matera 2.433. La Basilicata con 5.439 atti sospesi è al 17° posto nella speciale classifica regionale “zero-cartelle” (esclusa la Sicilia dove Agenzia delle entrate-Riscossione non opera), che vede al primo posto il Lazio con circa 110 mila atti sospesi e all’ultimo il Molise (1.639). Tra le province, Potenza è al 46° posto subito dopo Foggia e Como, Matera al 61° mentre in testa troviamo Roma con 90.468 atti sospesi nelle due settimane di Ferragosto.

Ti potrebbe interessare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi