Politica

Elezioni politiche 2018: in Basilicata si vota in 681 seggi

In Basilicata  saranno eletti sette senatori e sei  deputati

Seggi regolarmente aperti stamane in Basilicata  per le operazioni di voto nei  681 seggi allestiti. Lo si è appreso dalle Prefetture  di Potenza e Matera.  In totale, in Basilicata, gli aventi diritto al voto sono  circa 462 mila per la Camera (304 mila nel Potentino e 158 nel Materano) e circa 423 mila per il Senato (278 mila nel Potentino e 145 mila nel Materano). In Basilicata  saranno eletti sette senatori e sei  deputati.

Come si vota?

Si vota con il Rosatellum, la nuova legge elettorale che prevede un sistema misto maggioritario e proporzionale e la ripartizione del territorio in nuovi collegi elettorali. I lucani si troveranno nei seggi due schede. Su quella del Senato sono riportati 16 simboli, mentre su quella della Camera 19. Alcuni già li conoscono, altri se li troveranno per la prima volta, altri ancora sono la riesumazione del passato della Prima Repubblica. L’assegnazione dei seggi avverrà con un sistema misto: una parte (2 alla Camera e 1 al Senato) con il metodo maggioritario nei tre collegi uninominali (è proclamato eletto il candidato più votato), mentre i restanti seggi (4 alla Camera e 6 al Senato) saranno assegnati nei collegi plurinominali con il metodo proporzionale tra le liste e le due coalizioni di liste, sempre che superino le soglie di sbarramento. Il voto è unico e non è prevista la possibilità del voto disgiunto. Sull‘unica scheda saranno riportati i nomi dei candidati per i collegi uninominali e plurinominali. Sotto al loro nome ci saranno i simboli della lista o delle liste collegate, corredate dei nomi dei candidati nel collegio plurinominale. Due le modalità a disposizione: mettendo un segno sulla lista il voto andrà alla lista stessa e al candidato sostenuto all’uninominale; mettendo un segno sul candidato all’uninominale il voto viene esteso automaticamente alla lista e, nel caso di coalizione, sarà distribuito tra le liste che lo sostengono proporzionalmente ai risultati delle liste stesse in quella circoscrizione elettorale. Nei collegi uninominali il seggio è assegnato al candidato che consegue il maggior numero dei voti. Per i seggi da assegnare alle liste nei collegi plurinominali, il riparto avviene a livello nazionale, con metodo proporzionale, tra le coalizioni di liste e le liste che abbiano superato le soglie di sbarramento. Il deputato eletto in più collegi plurinominali è proclamato nel collegio nel quale la lista cui appartiene ha ottenuto la minore percentuale di voti validi rispetto al totale dei voti validi del collegio. Il deputato eletto in un collegio uninominale e in uno o più collegi plurinominali si intende eletto nel collegio uninominale.

Show More

Ti potrebbe interessare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi