Economia

Il progetto per riqualificare l’ex zuccherificio di Policoro

L’idea progettuale “SI FA – Società&energIa: il Futuro della bAsilicata” si prefigge di realizzare alcuni importanti obiettivi. Su tutti la riqualificazione dell’ex zuccherificio Eridania di Policoro (Matera), abbandonato dagli anni ’90, restituendo così al territorio (e non solo) il simbolo del proprio riscatto sociale ed economico. Il complesso, con una volumetria di circa 40.000 m3 ed appartenente di diritto alla categoria della archeologia industriale, si erge nella sua “orrida bellezza” su un territorio che dal vicino centro abitato degrada lentamente verso il mare, testimoniando con la sua muta presenza la possibilità di essere ancora protagonista nel futuro della Comunità. Partendo da una analisi strutturale e da una ricerca storica, gli spazi della struttura saranno recuperati e ricreati secondo le nuove esigenze, utilizzando materiali della bioedilizia e le più moderne tecnologie nei settori della produzione di elettricità e della gestione della risorsa energetica.

Perché la povertà energetica?

E’ una questione complessa che colpisce milioni di persone in Italia e in tutto il mondo, producendo effetti negativi sulla salute e sulla qualità della vita degli individui. Il problema nei prossimi anni potrebbe ulteriormente peggiorare sia a causa dell’impatto che sta avendo la pandemia da coronavirus sulla capacità di spesa degli italiani, sia perché le conseguenze dei cambiamenti climatici influenzeranno sempre di più la domanda di energia. Inoltre, si prevede che le politiche di transizione energetica verso fonti energetiche meno inquinanti porteranno inevitabilmente ad un aumento dei prezzi.

Si tratta di una vera e propria sfida per la società odierna che i Governi dei vari Paesi stanno affrontando con risorse e mezzi via via crescenti. Il contrasto alla povertà energetica è quindi tra gli obiettivi presenti nell’Agenda 2030 dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, nell’ambito delle azioni previste per garantire a tutti l’accesso a sistemi di energia convenienti, sicuri, sostenibili e moderni.

Tra le cause individuate, risultano una combinazione di redditi bassi, una spesa per l’energia elevata e una esigua efficienza energetica nelle case.

Riqualificare l’ex zuccherificio e rifunzionalizzarlo in un’ottica di presidio di ricerca operativa contro la povertà energetica renderebbe questo sito unico in Italia a fianco dell’OIPE ( Osservatorio Italiano sulla Povertà Energetica), rafforzando così la politica di contrasto al fenomeno.

Tutti gli attori coinvolti nell’idea progettuale sono funzionali ai vari aspetti che saranno sviluppati, dalal riqualificazione alla rifunzionalizzazione. Il Consorzio TRAIN, organismo di ricerca privato con i suoi soci tra cui ENEA ed Università di Salerno; la Cascina Costruzioni; la Società Energetica Lucana (SEL); l’ATER Matera; Il Comune di Policoro; ENFOR, ente di formazione; esponenti del terzo settore; l’I.I.S. Pitagora di Policoro l’appoggio dell’A.N.C.I. Basilicata.

Ti potrebbe interessare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Leggi anche questo
Close
Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi