Economia

Assemblea dei soci della Cooperativa Auxilium

“Cooperare per la rinascita” è il messaggio lanciato dall’assemblea dei soci della Cooperativa Auxilium, che si è svolta oggi a Senise (Potenza) e in collegamento con tutte le sedi in Italia, e che ha coinvolto gli oltre 1000 soci lavoratori della cooperativa nata in Basilicata ventidue anni fa e oggi una delle maggiori realtà del settore sociosanitario nel nostro Paese . L’assemblea è stata aperta dagli interventi di padre Enzo Fortunato, direttore della sala stampa del sacro Convento di Assisi,Claudio Granata director human capital & procurement coordination di Eni, Albano Carrisi, monsignor Vincenzo Orofino vescovo di Tursi Lagonegro (Potenza)e, in collegamento da Roma, Marco Damilano, direttore de L’Espresso. L’assemblea è stata anche un’occasione per riflettere sulla lezione arrivata dalla pandemia, che spinge ad invertire la rotta per realizzare società sostenibili,dove ci sia armonia tra crescita economica, salvaguardia dell’ambiente,partecipazione democratica e progresso sociale. “Abbiamo imparato che la coesione sociale è un fattore produttivo e che solo prendendoci cura dei più fragili e dell’ambiente possiamo far rinascere il nostro Paese” ha detto il presidente di Auxilium Pietro Chiorazzo. Nel suo intervento, Claudio Granata di Eni, ha sottolineato che “le aziende, ma anche la società civile, non possono essere delle bellissime dimore circondate dal verde, ma in mezzo al deserto. In questo periodo abbiamo imparato quando sia importante la solidarietà e il sostegno. Ciò che accomunala mia azienda alla vostra cooperativa è la spinta al miglioramento continuo,la passione della ricerca e i valori di lungo termine”. Dell’offerta di umanità che ognuno degli operatori Auxilium fa nel suo lavoro accanto ai più fragili,ha parlato padre Enzo Fortunato. “L’umanità è la dote che scarseggiava ieri e scarseggia oggi – ha evidenziato il  direttore della sala stampa del sacro Convento di Assisi – il discrimine è tra far funzionare ed esistere. L’offerta di umanità permette ad altri di esistere, per questo è fondamentale”. Angelo Chiorazzo, fondatore di Auxilium, ha affermato che “le cooperative possono essere protagoniste della rinascita solo se esercitano la missione per la quale sono nate: mettere le persone e i territori al centro dello sviluppo economico, non avere come primo obiettivo il profitto, operare in una logica di rete e di inclusione, promuovere il lavoro dignitoso, perché la pandemia non può essere un alibi per calpestare i diritti dei lavoratori e agire nell’illegalità”. Particolarmente emozionante l’intervento di Albano, il quale ha ricordato che “l’Italia è sempre stata un motore di civiltà nel Mondo, ma ora lo spirito italiano, che vuol dire creare e lanciare idee sembra sopito. Dobbiamo rinascere”. L’assemblea ha ricevuto anche due video messaggi, quello del cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della CEI, e quello del Cardinale Mauro Gambetti, vicario del Papa per la Città del Vaticano.

Ti potrebbe interessare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi