Eventi

L’on. Enrico Letta protagonista di un incontro a Francavilla in Sinni

L'iniziativa ha come obiettivo quello di tradurre nel territorio la Dottrina sociale della Chiesa

Che cosa è il bene comune? Come individuarlo, come declinarlo, come praticarlo, qui e ora, dopo le elezioni politiche del 4 marzo e alla viglia delle regionali d’autunno?   Se ne parlerà sabato 21 aprile a Francavilla in Sinni nel cineteatro Columbia  alle 17.30 in un dibattito aperto con l’on. Enrico Letta, ex Presidente del Consiglio ed attuale Direttore della Scuola di Affari Internazionali  dell’Istituto di Studi politici di Parigi. L’incontro rientra  nell’ambito della Scuola di Cristianesimo che si va svolgendo in tutta la diocesi di Tursi-Lagonegro, ormai dall’autunno scorso e che ha come obiettivo quello di tradurre nel territorio la Dottrina sociale della Chiesa. “Si tratta di una scelta obbligata –  spiega il vescovo di Tursi-Lagonegro mons. Vincenzo Orofino nella sua ultima lettera pastorale – perché la dottrina sociale è parte integrante e ineludibile della testimonianza di vita cui il cristiano è tenuto, per fede e per scelta”. All’incontro sono stati invitati amministratori, uomini politici, operatori pastorali ovviamente a cominciare dai sacerdoti, e tutti gli uomini di buona volontà, interessati e comunque coinvolti, perfino loro malgrado, nella promozione del bene comune, che non è la somma dei beni individuali, come si tende a semplificare, bensì il bene di tutti, cioè della comunità, nel quale ciascuno deve trovare lo spazio e il clima per la sua realizzazione. A introdurre e coordinare i lavori sarà il giornalista Edmondo Soave. Le conclusioni, dopo il dibattito, saranno di mons. Vincenzo Orofino.

Ti potrebbe interessare..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi